Seminario di Contact Improvisation con Antonio Caporilli

“ L’improvvisazione è una modalità di lavoro e di ricerca che permette di conoscersi meglio. Queste conoscenz a, che si acquisiscono con la pratica, si riportano poi nel quotidiano, nelle relazioni e anche nel modo di guardare le cose. E’ proprio in questo aspetto della conoscenza che si concretizza il lavoro di composizione, stimolando il proprio e l’altrui immaginario 

La contact-improvisation è un’opportunità per guardare la realtà, con sana curiosità e rispetto.

Il laboratorio è per sua stessa natura aperto a tutti, indipendentemente dall’età, formazione e cultura.

quando? 16 e 17 Novembre 2013 dalle 10 alle 13

dove? Nella nostra sede in Via Imperiare 43A

quanto? 55 euro, 50 euro se si prenota entro il 31 Ottobre 2013

per esigenze organizzative è obbligatorio prenotarsi entro il 31 Ottobre scrivendo:

scrivere a: musicalmente.genova@gmail.comguendalina.dimarco@gmail.com; tel./sms a: 3336643086
(attiveremo il laboratorio con un minimo di 8 iscritti)

 

Continua a leggere

Banksy

Abbiamo il piacere di mostrare a tutti l’apprezzatissima coreografia di Valeria Chiara Puppo messa in scena per la prima volta il 7 Giugno 2013 al Teatro Verdi

“Il lavoro messo in scena dai ragazzi del corso di Hip-hop è liberamente ispirato alle opere del writer Banksy.
Diretto. Irriverente. Sovversivo. Seducente.

Connessioni surreali che allo stesso tempo sottolineano una critica alla società a tutto campo. Un percorso atipico per un artista di strada: Bansky si muove nell’anonimato da Bristol (sua città di origine) a partire dalla fine degli anni ottanta iniziando dalla strada, per arrivare anche a gallerie e musei.
Banksy ha disseminato immagini ironiche, sferzanti, antiautoritarie negli angoli più inaspettati del mondo trasformando il vandalismo in un’azione artistica senza precedenti.
“Banksy” è stato coreografato a partire da immagini e impressioni proposte dagli allievi, abbiamo insieme cercato una qualità di movimento idonea alla rappresentazione di gruppo e dei singoli personaggi.
Oltre all’aspetto tecnico della danza hip-hop, il lavoro tenta di sviluppare e approfondire anche le capacità espressive e teatrali di ogni interprete.”…………………………………………………………di Valeria Chiara Puppo